Articoli

Giovedì, 6 Novembre, 2014

Commentiamo le conclusioni dell'incontro che si è svolto ad Innsbruck, il 27 ottobre 2014, tra il Presidente della Camera dell’Economia del Tirolo Jürgen Bodenseer e i Presidenti delle Camere di Commercio di Trento e Bolzano, Giovanni Bort e Michl Ebner.

Al centro della discussione le istanze da rivolgere alla politica locale in merito a traffico e mobilità, strettamente connesse al progetto della nuova linea ferroviaria del Brennero, come l'ampliamento degli scali merci di Hall e di Trento, la costruzione dei terminal di accesso a Monaco, Rosenheim e Verona e un collegamento con possibilità di scalo merci per gli operatori altoatesini.

Giovedì, 30 Ottobre, 2014

Nonostante le capriole di chi ha provato a smentire e a sviare, i sondaggi geognostici praticati e tentati a Marco di Rovereto il 16 e il 17 ottobre avevano esattamente a che fare con il progetto di quadruplicamento della linea del Brennero e precisamente con il progetto della circonvallazione di Trento e Rovereto.

Ce lo indicavano già con chiarezza:

  • la posizione dei carotaggi riusciti (ai Lavini di Marco) e di quelli bloccati dalla popolazione e dai No TAV (al ponte di via Stazione e al CRM);
  • l’avvicinarsi della scadenza (22.12.2014) in cui - pur con tutte le flessibilità e le deroghe del caso - dovrebbero prendere corpo in sede europea le proposte per il finanziamento comunitario ai progetti della rete transeuropea dei trasporti. Secondo le nuove regole per il periodo 2014-2020, sovvenzioni UE possono andare anche verso studi e lavori della linea di accesso Sud Fortezza-Verona. Questo potrebbe spiegare l’agitazione che da mesi attraversa l’ambiente dei promotori ed anche un’eventuale accelerazione verso il progetto definitivo della circonvallazione di Trento e Rovereto.
Venerdì, 24 Ottobre, 2014

Nonostante le capriole di chi ha provato a smentire e a sviare, è confermato che i sondaggi geognostici praticati e tentati a Marco di Rovereto il 16 e il 17 ottobre hanno a che fare con il progetto di quadruplicamento della linea del Brennero e precisamente con il progetto della circonvallazione di Trento e Rovereto.

Martedì, 23 Settembre, 2014

Il 16 e 17 settembre a Milano si è tenuto un Consiglio informale dei Ministri dei Trasporti dell’Unione Europea.

Al centro della discussione, la pianificazione e la governance dei meccanismi di potenziamento delle reti transeuropee di trasporto [1] in particolare per quanto riguarda le politiche e gli strumenti di finanziamento.

Secondo noi l’incontro conferma la contraddizione tra i progetti di rete TEN-T e la necessità di affrontare e risolvere subito i problemi legati al traffico su strada e all’inquinamento che ne deriva. L’unico interesse dei Ministri sembra quello di avviare al più presto delle centrali di spesa.

Martedì, 16 Settembre, 2014

Un importante studio di fine 2010 [1] ha portato i promotori del progetto della nuova ferrovia AV/AC del Brennero a concludere che l’opera avrebbe un bilancio positivo dal punto di vista energetico limitatamente al tunnel di base, al lotto 1 (Fortezza - Ponte Gardena) e al lotto 2 (Circonvallazione di Bolzano).

Abbiamo già indicato in precedenti articoli su questo sito alcune ipotesi errate che stanno alla base di questo studio e che ne inficiano la validità [2].

Molto dubbio ci pare anche il metodo utilizzato dallo studio per confrontare i consumi energetici di esercizio della ferrovia storica del Brennero con quelli ipotizzati per la nuova linea del Brennero sulla base di diversi scenari di traffico. Lo studio si avvale per questo anche di una simulazione fatta dalla società Atos Progetti [3].

Il metodo, a nostro avviso, è improprio perché la diversità delle configurazioni tecniche di alimentazione dell’infrastruttura esistente e di quella in progetto fa venir meno il senso stesso della comparazione, che non dovrebbe prescindere da identiche condizioni di esercizio.

Domenica, 31 Agosto, 2014

Le anticipazioni che circolano già da qualche settimana sul contenuto decreto legge del Governo c.d. sblocca-Italia (si consolida la moda delle denominazioni di propaganda) sono state per lo più confermate dal testo approvato dal Consiglio dei Ministri il 29 agosto: tra l’altro, accelerazione e modesto rifinanziamento di grandi opere, infrastrutture digitali, nuovi porti, interventi di tutela ambientale e riassetto idrogeologico, lavori di interesse comunale [1].

In attesa di leggere il decreto legge pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e, soprattutto, la futura legge di conversione, ci occupiamo dei soli contenuti che riguardano direttamente e indirettamente il progetto della nuova linea ferroviaria AV/AC del Brennero.

Giovedì, 28 Agosto, 2014

Secondo progettisti e promotori del progetto della nuova ferrovia del Brennero la valutazione sul bilancio energetico dell’opera sarebbe positiva.

Questa conclusione deriva da un importante studio di fine 2010 [1] che, come si ricava dalle considerazioni metodologiche, resta valido se sono validi i suoi presupposti.

Ma lo studio - limitato alle ipotesi di costruzione del tunnel di base, del lotto 1 da Fortezza a Ponte Gardena e del lotto 2 Circonvallazione di Bolzano - si è basato tra l’altro su previsioni di sviluppo del traffico merci sull’asse del Brennero, messe a disposizione dalla società BBT-SE [2], che si sono rivelate ben lontane dalla realtà. E dunque le sue stime sulla sostenibilità del progetto sono fortemente dubbie [3].

Giovedì, 21 Agosto, 2014

Il recente studio sul bilancio energetico del progetto della nuova ferrovia del Brennero, commissionato dalla società BBT-SE all'EURAC Research di Bolzano [1], seppure ben costruito e metodologicamente innovativo, assume però in parecchi casi dei dati di partenza discutibili che, a nostro avviso, ne inficiano le conclusioni.

Tra questi dati, quelli sulle condizioni di esercizio della ferrovia storica sono tra i più incerti e nello stesso tempo, tra i più suscettibili di confermare molte delle critiche che abbiamo avanzato.

Mercoledì, 23 Luglio, 2014

Nuovo segnale di ripresa dell’iniziativa da parte dei promotori del progetto per la ferrovia AV/AC del Brennero.

Con il Comunicato dell’Ufficio Stampa n. 1848 del 18.7.2014 la Provincia di Trento ha annunciato di aver istituito - con una Delibera di Giunta della stessa data - un “Osservatorio per lo sviluppo del corridoio del Brennero e delle connesse infrastrutture provinciali” presso il Dipartimento Infrastrutture e Mobilità della Provincia.

Lunedì, 16 Giugno, 2014

Tra venerdì e domenica i media locali hanno riportato [1] che nella notte del 13 giugno una bottiglia molotov è stata lanciata contro il portone della sede del PD di Trento accompagnata da volantini contro il TAV, contro il Pd partito “della repressione” che ne promuove le opere, con la richiesta di liberazione dei quattro arrestati in Val Susa accusati di danneggiamenti nel cantiere di Chiomonte e finalità di terrorismo.

Pagine